Consigli su come lavare tessuti tecnici

Consigli su come lavare tessuti tecnici

Un tessuto tecnico è un prodotto tessile fabbricato per scopi non estetici, in cui la funzione è il criterio principale.
Tali tessuti comprendono quelli per applicazioni automobilistiche, tessili, per uso medico, sportivo, geotessili e indumenti protettivi per coloro che svolgono determinati lavori.
Negli ultimi anni la produzione di questi indumenti è sempre più in crescita poiché supporta una vasta gamma di altri settori.

Si stima, infatti, un incremento della produzione di circa il 4% all’anno, che è maggiore del tasso di crescita dei tessili per la casa e dell’abbigliamento.
Proprio per questo motivo ultimamente sono sempre di più le persone che cercano informazioni utili su come eseguire il lavaggio di questi indumenti senza correre il rischio di danneggiarli.
Ecco allora alcuni consigli su come lavare i tessuti tecnici.

Prima di lavare un tessuto tecnico, è bene controllare sempre l’etichetta per seguire le istruzioni sul modo migliore per lavare il materiale; inoltre, verificare se la giacca ha delle rifiniture, ad esempio un collare di pelle, che potrebbe dover essere lavato con un metodo alternativo. Svuotare tutte le tasche, alzare le cerniere e fissare i lembi o le cinghie.

A seconda di ciò che dice l’etichetta, lavare il capo a secco o in lavatrice con un detergente appositamente progettato per questo tessuto per aiutare a mantenere inalterate le sue qualità. Per la maggior parte dei tessuti tecnici, è bene non usare il normale detersivo.
Normalmente per questi capi deve essere usato un detergente alcalino, ma in mancanza di quest’ultimo si può utilizzarne anche uno per la lana e la seta poiché è a pH neutro.

Dopo il lavaggio, asciugare il capo all’aria aperta senza metterlo nell’asciugatrice; per l’asciugatura, l’ideale sarebbe un ambiente caldo e umido al fine di preservare l’integrità delle fibre del tessuto.

A prescindere dal tipo di detergente scelto, l’importante è che questo sia liquido in quanto un detersivo in polvere potrebbe rovinare irrimediabilmente il tessuto.
Se viene usata la lavatrice, assicurarsi di lavare i capi con un ciclo delicato senza utilizzare alcun tipo di ammorbidente per tessuti o candeggina a base di cloro.

La maggior parte dei tessuti tecnici, infatti, è trattata con il Teflon, che li rende idrorepellenti, per questo motivo alcune sostanze possono rimuoverlo influendo sulle prestazioni del capo. Se ciò dovesse accadere, l’acqua potrebbe penetrare nelle fibre e il capo stesso potrebbe diventare pesante e logorato dall’acqua.

Una volta che è asciutto, bisognerà asciugarlo nuovamente per altri 20 minuti: ciò riattiverà il trattamento idrorepellente duraturo sul materiale esterno.
Se si nota che il tessuto assorbe l’acqua anziché respingerla, vuol dire che il rivestimento idrorepellente è stato danneggiato.

In tal caso, è possibile acquistare dei trattamenti specialistici ed applicarli al tessuto tecnico onde evitare di dover buttare via il capo.
Tuttavia, i tessuti tecnici non richiedono lavaggi frequenti, ma quando vengono eseguiti è opportuno prestare la dovuta attenzione.